South Garda Bike: festeggiano Righettini e Pietrovito

La 15.a edizione della gara mantovana ha visto al via circa 800 concorrenti ed ha assegnato quest’anno il campionato regionale lombardo FCI. Il trentino Righettini con un ultimo km da fuoriclasse ha visto la gara di Medole, mentre in campo femminile la U23 Pietrovito ha vinto con ampio margine. M’sadek Youness ha vinto la prova riservata alle bici Gravel.

Le Colline Moreniche protagoniste oggi con la grande Mtb che ha fatto tappa nella cittadina di Medole (MN). Per due giorni mtb e le innovative e moderne bici Gravel sono state le protagoniste della 15esima edizione della South Garda Bike Dryarn, ravvivando Piazza Vittoria in pieno centro del piccolo paese del mantovano.

La Granfondo South Garda Bike Dryarn che quest’anno assegnava anche le maglie di campione regionale marathon ha visto ben 800 atleti schierati in piazza Vittoria con il primo via che é stato dato alle ore 9:00 con i bikers del tracciato Marathon, mentre alle ore 9:20 è partito il secondo gruppo del tracciato Middle , Gravel ed E-BIKE

Dopo lo start avvenuo puntuale alle ore 9.00 i primi Km erano su asfalto e poi il tragitto proponeva un tratto definiamo di trasferimento con sterrate trai campi con un gran polverone dovuto alla siccit° degli ultimi mesi, che ha reso difficile la guida a centro gruppo.

I primi strappetti appena approcciate le colline Moreniche riuscivano a fare selezione in testa al gruppo, sfilacciando il gruppo dei bikers in diversi gruppetti. Una gara tattica e molto veloce la South Garda Bike, particolare e affascinante nel suo genere.

Nella parte centrale del tracciato gli scorci pu’ belli con i veloci single track disegnati nel magnifico territorio dell’entroterra gardesano, con veloci sali scendi delle Colline Moreniche tra vigneti e scorci naturalistici che solo un territorio così ricco sa donare. 

Due i ristori previsti sul Marathon che misurava circa 57km e 800m di dislivello, posizionati circa al km 20 e al km 40, grazie ai gentili e competenti volontari che da 15 anni sono al fianco dell’organizzazione della SGB Dryarn. Uno il ristoro sul corto che proponeva 30km con circa 500m di dislivello.

Topeak

Molto ricco il pasta party finale che ristorava gli atleti con acqua, birra o coca, riso fredo, dolce e macedonia. Oltre ad assegnare le maglie di campione regionale marathon (in verit° un marathon “con lo sconto” visto che solitamente le gare marathon da regolamento dovrebbero essere sopra i 60Km) la gara medolese era anche inserita in ben 3 circuiti. Trek Zerowind, Coppa Lombardia Ciclopromocomponents e Easy Cup Mtb.

LA GARA:

Molto avvincente e con suspence finale questa 15a edizione della SouthGardaBike Dryarn con il trentino Righettini Andrea dell’Olympia Factory Team che si é liberato all’ultimo Km della compagnia scomoda del bresciano Cristian Cominelli della Scott Racing Team. Volata per il terzo posto con l’ex pro su strada Francesco Failli della cicli Taddei che ha conquistato il bronzo , regolando Pietro Dutto (team Mente Corpo) e il veneto Nicola Pettina’ (metallurgica Mainetti).

Il podio femminile ha invece visto il gradino piu’ alto occupato con sicurezza dalla giovane U23 della Cicli Andreis Vittoria Pietrovito , che ha lasciato a oltre 4 minuti Simona Ce’ di MTB Pertica Bassa e a 5′ la bergamasca Simona Mazzucotelli della Massi Supermercati.

Di seguito elenco campioni regionali Marathon 2022:

Elite M: Cristian Cominelli (SCOTT)

Elite F: Simona Mazzuccotelli (gs Massi Supermercati)

Elitemaster: Mattia Zunino (Spacebikes)

EWS: Alice Ballare’ (HR TEAM)

Master 1: Matteo Valsecchi (Spacebikes)

Master 2: Andrea Tombolato (MDL racing crew)

Master 3: Simone Arici (Giangisbike)

Master 4: Luca Paniz (Spacebikes)

Master 5: Ivan Zanni (team Sildom Garda)

Master 6: Guido Rumi (team bike Gussago)

Master 7: Berlusconi Massimo (Spacebikes)

MW2: Ce’ Simona (Pertiche basse)

MW3: Chiara Mandelli (Spacebikes)

Classifiche complete: www.endu.net

HANNO DETTO:

Andrea Righettini (Olympia): “Sono soddisfattissimo. Qui lo scorso anno avevo buttato via una vittoria per avere alazato le mani troppo presto. Oggi ho deciso di partire lungo all’ultimo km ed ho distanziato di qualche secondo Cristian (Cominelli, ndr). A pochi metri dall’arrivo mi pareva stesse rientrando e mi pareva di vivere un deja vu, invece sono riuscito a vincere bene. Sto bene e questo successo e quello della Lessinia Legend lo dimostrano. Quest’anno ho vinto anche la Vuelta a Ibiza efio a qui sono molto contento della stagione”

Vittoria Pietrovito (cicli Andreis): “Ero curiosa di correre qui a Medole e la gara tutto sommato mi é piaciuta. Particolare ma bella. Sono andata via sulla prima salitella e non ho piu’ visto le mie avversarie. Sono davvero contenta per questo success che dedico al mio Team”

(MM)

Ph: ufficio stampa