Schurter e Forster più forti delle forature: la 2^ tappa della Cape Epic è loro

L’ennesima foratura di questa loro Cape Epic non ha fermato Nino Schurter e Lars Forster, che nella 2^ tappa, di 123km e 2350mt di dislivello, prima rischiano un’altra beffa e poi rimontano nel finale andandosi a prendere, in volata, una vittoria di tappa.

Una tappa difficile, ma che non ha fatto troppa differenza tra i primi team della classifica. Schurter e Forster hanno battuto in volata le coppie Beers-Blevins e Becking-Dias, con i leader Seewald-Stosek in controllo a 10″.

Più lontani tutti gli altri, con Egger e Baum a 2’10”, Mantecon e Guerra a 3’10” e Ferreira e Munoz a 3’11”.

Giornata amara per i colori italiani. Il primo in classifica è Juri Ragnoli 12° con Frischneckt alle prese con una foratura. Subito davanti sono arrivati Geismayr e Orr, mentre più indietro si sono piazzati Cattaneo e Taffarel al 18° posto e Rabensteiner e Alleman al 20°.

Topeak

Nella gara donne, dopo la disfatta di lunedì, rivincita per Pauline Ferrand Prevot e Robyn de Groot, che si prendono il lusso di vincere la tappa con un buon vantaggio sulle leader Haley Batten e Sofia Gomez Villafane, che comunque mantengono il comando della generale con 6’26” sulle vincitrici di oggi.

Domani 3^ tappa, con in programma 101km e 2250mt di dislivello.

(Max Alloi)

Fonte: solobike.it