Coppa Italia Giovanile Xco, Agrigento si prende la scena sotto gli occhi dei vertici nazionali della FCI

La seconda edizione della Coppa Italia Giovanile Xco Valle dei Templi, andata in scena questi 24 e 25 Aprile, si è confermata una manifestazione di altissimo livello sotto tutti i profili. L’evento organizzato dal Racing Team Agrigento, sotto la direzione di Totò D’Andrea, ha richiamato tutte le società siciliane di Mountain-bike e ben 15 Comitati Regionali della Federazione Ciclista Italiana.

Un successo annunciato frutto dell’ottimo lavoro svolto già durante la scorsa edizione e che proprio in virtù della qualità dell’organizzazione ha richiamato, quest’anno, i vertici Federali, a cominciare dal Presidente Cordiano Dagnoni.”Sono venuto qui con molto piacere per vedere all’opera questi ragazzini, in un contesto paesaggistico veramente molto bello. In un ciclismo che sempre più si abbina al turismo, vedere tante famiglie qui alla Valle dei Templi è molto bello. La Bike Economy è ormai un concetto consolidato ed il territorio siciliano ha dei margini di crescita importante con un potenziale ancora non del tutto espresso – le parole di Dagnoni.Tre giorni intensi dal punto di vista agonistico iniziati Domenica mattina con la prova valida come campionato regionale, proseguite nel pomeriggio con il Team Relay Nazionale e conclusosi domenica con la prova di Coppa Italia Giovanile. Una conferma, abbiamo scritto, dell’ottimo lavoro di Totò D’Andrea che giusto il tempo di metabolizzare gli sforzi profusi ed è subito tempo per cominciare a programmare la terza edizione ” È stato un evento sportivo importante, quello realizzato all’interno della Valle dei Templi – ha dichiarato D’Andrea.

Topeak

Tre giorni intensi culminati nella giornata di ieri dedicata alla prova nazionale Giovanile con ben 260 atleti provenienti da tutta la Sicilia, alciluni Team anche di altre regione e la presenza di 15 comitati Regionali. Il tutto sotto gli occhi dei vertici Federali, dal presidente Dagnoni, al Segretario Generale, il Direttore nazionale del settore fuoristrada ed il Ct della Nazionale Mirko Celestino. Il consenso è stato unanime sia per la buona organizzazione che per il circuito. Adesso giusto il tempo di riposare e già inizieremo a lavorare alla prossima edizione.”