Nuova beffa per l'Italia, nessun azzurro nelle finali 26" ai Campionati del Mondo Trials in Valdisole mountain bike news 2017

Home\Bmx-Dirt-Trial
Nuova beffa per l'Italia, nessun azzurro nelle finali 26" ai Campionati del Mondo Trials in Valdisole

Per l'Italia si chiude ancora con una beffa la gara di semifinale al UCI Trials World Championships Val di Sole 2016, stavolta nella categoria 26”. A Vermiglio nessun azzurro riesce infatti a guadagnare l'accesso alle finali di sabato e nel caso del campione italiano Giulio Porcario (Jr 26”) di Ivrea, il boccone è amarissimo: settimo per appena tre punti, come dire un decimo di secondo in una gara di velocità. L'azzurro si difende bene nei tre passaggi sui cinque blocchi predisposti dal C.O. lungo le rive del fiume Vermigliana e dei laghetti che caratterizzano la piana di San Leonardo, ma alla fine finisce fuori per un'inezia dal sestetto che sabato si giocherà le medaglie. La stessa sorte patita nella semifinale 20” dal vicecampione italiano Stefano Ravarelli.

Il migliore tra gli junior è il giovane francese Nicolas Vallee, un talento in questa speciale disciplina a due ruote capace di riuscire a qualificarsi per la finale anche nella 20”, ovvero la bici con le ruote più piccole, e di salire già sul podio nelle gare di Coppa del Mondo Elite. E' il campione uscente e a cercare di toglierli il titolo iridato juniores sabato saranno lo spagnolo Jordi Araque, il connazionale Noah Cardona, lo svizzero Jonas Koenig e i tedeschi Jonas Friedrich e Raphael Zehentner.



Tutti hanno finito le qualificazioni provatissimi per il grande dispendio di energie richiesto per completare i tre giri delle cinque piazzole. Un tracciato che nuovamente ha ricevuto il plauso di atleti, tecnici e del pubblico, presente in gran numero ad assistere alle acrobazie tecniche e stilistiche dei concorrenti.

Tra gli Elite la Francia ha cancellato l'umiliazione della totale eliminazione patita nella specialità 20”. Il migliore nella semifinale 26” è stato Aurelien Fontenoy che ha fatto meglio dell'inglese Jack Carthy e del connazionale Vincent Hermance, oro 2015. Seguono l'altro francese Gilles Coustellier , il belga Kenny Belae e lo spagnolo Rafael Tibau. Gara da dimenticare per il bergamasco Diego Bani.

Domani saranno assegnati i primi titoli nella categoria 20”. Si gareggerà nel nuovissimo Trials park realizzato a tempo di record dal Comitato presieduto da Aldo Bordati nella piana caratterizzata da laghetti e dal fiume dove è stato creato un affascinante percorso di gare sfruttando tutte le risorse naturali a disposizione: legno, pietre, laghetti e corsi d'acqua. A caratterizzarlo vi sono poi due vere e proprie opere d'arte, create dall'artista di Vermiglio Lino Mosconi: la piazzola Trentino che assomiglia vagamente ad un gigantesco Shanghai fatto con i tronchi che sostituiscono i bastoncini e una serie di incisioni artistiche sui tronchi al posto dei colori del gioco cinese. E con una scultura ricavata in un tronco di troll che viveva nei boschi della valle. La secondo piazzola propone le gigantesche lettere che compongono il nome Val di Sole. In mezzo si trovano le altre due piazzole Consorzio Adamello Ski Ponte di Legno Tonale e Hde - Hydro Dolomiti Energia, caratterizzate dai giganteschi sassi e una turbina per la produzione idroelettrica.
    Condividi
 NEWS  >>