Manuel Ducci come responsabile tecnico, Superenduro introduce una nuova figura nello staff mountain bike news 2017

Home\Freeride-Enduro
Manuel Ducci come responsabile tecnico, Superenduro introduce una nuova figura nello staff

La stagione Superenduro 2017, ormai alle porte con la prima tappa Cingolani Rokketta Legend Superenduro di Gualdo Tadino a -20 giorni dal via, è caratterizzata da molte novità tra cui alcune partnership strette con importanti realtà del settore bike come l’evento fieristico BikeUP e la Gravity School.
Questi sono elementi chiave che ampliano la piattaforma della manifestazione con servizi aggiuntivi per rider, spettatori e territori.
Ma le sorprese non sono ancora finite e il Superenduro è oggi lieto di annunciare l’ingresso nel proprio organico di Manuel Ducci, una nuova figura di Responsabile Tecnico che contribuirà certamente ad un ulteriore grande passo in avanti del Circuito.
Manuel non ha certo bisogno di troppe presentazioni. È un atleta di valore, un team manager che assieme alla compagna Valentina ha saputo far crescere una realtà come LifeCycle. Vanta un’esperienza di altissimo livello in competizioni nazionali ed internazionali e non ultimo da diverso tempo si occupa anche di sviluppare progetti territoriali che vedono la bici motore di turismo ed economia. È una figura decisamente eclettica con ampia competenza nel settore bike ma soprattutto una indubbia sensibilità sportiva.
La bicicletta ha sempre avuto un ruolo fondamentale nella mia vita e posso dire di averla praticata in tutte le forme conosciute ma è nell’ enduro che ho scoperto la mia vera natura, e questa scoperta l’ho potuta fare grazie al Superenduro, per cui devo molto a questo circuito che ho sempre sentito anche un po' mio e se oggi sono quel che sono lo devo in parte anche ad esso per cui per me è un onore e un privilegio far parte di questa famiglia” dichiara Manuel.
Dall’altro canto la disciplina enduro in mountain bike negli anni si è evoluta molto e soprattutto in Italia è molto articolata con Circuiti Regionali, un Campionato Italiano Federale, un circuito Nazionale di Riferimento e una o più tappe EWS l’anno. Con la disciplina e il numero di eventi è cresciuto anche il livello organizzativo delle manifestazioni, dell’agonismo tra i rider e di pari passo la richiesta da parte dei concorrenti di qualità e sicurezza alle gare.
Questi ultimi sono certamente aspetti ai quali da sempre il Superenduro presta molta attenzione, ma la necessità di distribuire al meglio l’enorme carico di lavoro organizzativo che c’è dietro una stagione e il desiderio di dare il massimo ad ogni evento affinchè tutte le tappe siano un’esperienza da ricordare, sono stati elementi determinanti nella ricerca prima e nell’introduzione poi di una figura qualificata e di fiducia come quella di Manuel.

Ma di cosa si andrà ad occupare Manuel nello specifico e in che modo questo coinvolge i biker che saranno presenti alle gare?
Già a partire dai primi sopralluoghi a Gualdo Tadino Manuel era presente, ha dialogato con i trail builders, girato sulle speciali con occhio critico, valutato varianti e modifiche al percorso sia in termini di sicurezza che di piacere di guida. A tal proposito ecco un suo commento su Gualdo Tadino: “Sono felice che il circuito Superenduro inizi questa nuova stagione in una località mai visitata prima come quella di Gualdo Tadino che ha molto da offrire sia in termini di qualità del riding che di ospitalità, per non parlare poi della bellezza dei luoghi. Non me lo sarei mai aspettato ma ci sono un paio di speciali belle lunghe che attraversano ambienti diversi e questo si riflette sul fondo e sulla tipologia di guida da adottare”.



Oltre al supporto pre-evento Manuel interverrà nella valutazione e scelta delle Candidature di tutte le nuove località e sarà la persona che nelle giornate precedenti le gare affiancherà l’organizzazione locale durante il fettucciamento definitivo. Lui è un racer e di certo conosce bene tutti gli aspetti e le dinamiche di gara a garanzia di una sempre maggiore sicurezza ed equità nella competizione.
Il suo ruolo è anche quello di essere vicino a tutti i rider, una sorta di ponte tra l’organizzazione ed i partecipanti di qualsiasi livello questi siano, un interlocutore che parla in “lingua biker” ma che al contempo conosce e capisce tutti gli aspetti organizzativi.
Manuel: “Sono molto entusiasta di poter svolgere questo ruolo ma so anche, in qualità di atleta, cosa ci si aspetta da chi ricopre questo incarico che prevede un importante responsabilità, per cui darò sempre il 100% per esserne all’altezza. Spero e credo che l’esperienza maturata negli anni di competizioni ad alto livello e progetti vari legati a questo mondo possano aiutare a comprendere meglio le esigenze di entrambe le parti, rider e circuito, al fine di regalarvi un esperienza di gara ancora più entusiasmante”!
Ma non finisce qui, Manuel darà una grossa mano anche a livello di comunicazione.
Scrivendo a live@superenduromtb.com potrete rivolgere a un esperto qual è lui domande specifiche, tecniche di meccanica, guida e altro che vi viene in mente su tutti i gli atleti e i loro mezzi. Manuel girerà le vostre curiosità direttamente ai rider sui campi gara e mediante video live e altri aggiornamenti sulla pagina FB racconterà la manifestazione a chi segue la gara da casa.
Preparatevi ad una stagione 2017 ancora più interattiva e coinvolgente, 5 appuntamenti in località pazzesche, con i migliori trail, un’area paddock sempre più viva e possibilità non solo sportive anche per gli accompagnatori.
In poche parole, se non lo avete già fatto, iscrivetevi alla prima tappa di stagione a Gualdo Tadino e non perdete per nessun motivo la possibilità di cominciare assieme una nuova entusiasmante avventura del Circuito Nazionale Superenduro.

2017 SUPERENDURO EVENTS

21-05 Gualdo Tadino (PG)
18-06 Canazei (TN)
16-07 La Thuile (AO)
10-09 Varano (PR)
22-10 Santa Margherita Ligure (GE)
    Condividi